Passeggiando tra gli olivi

Partendo da Piazza Garibaldi (m. 65 s.l.m.) si raggiunge la stazione degli autobus, presso il bar Turista; seguendo le indicazioni della ��Passeggiata del Comboni��, si prosegue lungo le vie Caldogno, Fol e Campaldo fi no all'oleifi cio della Cooperativa Possidenti Oliveti (visitabile da aprile ad ottobre, dal lunedì al sabato, dalle ore 16 alle 18). Si continua poi per la località Tešöl, dove si trova il Centro Missionario Comboniano (h. 0:30), con la casa natale di Daniele Comboni (1831��1881), vescovo missionario limonese, canonizzato da papa Giovanni Paolo II il 17 ottobre 2003, quindi, in salita, fi no a Campaldo (m. 270; h. 0:10 �� h. 0:40) e poi, lungo via Preone, con bella vista sul lago e sull'oliveto; giunti al bivio con la provinciale (h. 0,10 �� h. 0:50), si scende a sinistra, superando il ponticello sul torrente e sfi orando le postazioni della Grande Guerra del Canù prima di prendere, a sinistra, via San Pietro e giungere, lungo un comodo sterrato, all'omonima chiesetta (sec. VIII). Scendendo a destra, lungo via Tovo, in direzione del nuovo Palazzetto dello sport, ci si porta sulla strada Gardesana e si raggiunge il bar Limone (h. 0:20 �� h. 1:10); appena prima della passerella sul torrente San Giovanni, una scala porta sull'argine fi no alla spiaggia, lungo la quale si arriva al piazzale De Gasperi. Percorrendo il lungolago si ritorna in piazza Garibaldi (h. 0:10 �� h. 1:20).