Lungo la Bassa Via del Garda

È un percorso escursionistico che, a tappe, unisce Limone a Salò. Il trekking parte dal piazzale del bar Turista e si snoda per il primo tratto sul n. 101 lungo la valle del Singol, poi segue il n. 102 fi no a Dalco (m. 844) e Degà (m. 904; h. 2:10), si innesta sul n. 268 per Fornaci, sale sul crinale del monte Bestone fi no alla vetta (m. 917) per poi scendere sulla via asfaltata nei pressi del ristorante La Baita, aggirare Voltino per via delle Fontane e raggiungere Ustecchio di Tremosine (m. 490; h. 1:50 �� h. 4:00). A Mure, attraversata la provinciale, si va verso la Pozza, dove si trova un piccolo bacino idroelettrico, e si scende lungo una comoda mulattiera in val Brasa, passando per la località Ponti. Sulla stradina asfaltata, segnata col n. 209, si sale a Priezzo, quindi a Musio, Sompriezzo e, sfi orando Secastello, alla selletta di Nevese (m. 752; h. 1:30 �� h. 5:00). Seguendo il sentiero n. 267 si scende prima a Pregasio (m. 478), poi, oltrepassata la chiesetta di San Marco, a Lo e al ponticello in ferro che supera l'orrido della forra del fi ume Tignalga, nei pressi del bacino artifi ciale della piccola centrale di Campione. A questo punto si può scendere a sinistra, attraversando una galleria fi no al lago, oppure immettersi sul sentiero n. 266 (h.1:00 �� h. 6:00) che risale sul versante opposto a Prabione. Da qui si può salire al monte Cas (m. 779) e raggiungere il santuario della Madonna di Monte Castello, oppure proseguire verso Gardola e, col n. 265, Aer, Piovere e Muslone, dove la Bassa Via del Garda tocca altri punti molto panoramici.