LA CHIESA DI SAN PIETRO

LA CHIESA DI SAN PIETRO

La chiesa di San Pietro, detta anche San Pietro in oliveto (per la sua posizione tra gli olivi), risalente al secolo IX, è la più antica di Limone.

La chiesa è di stile romanico, ad una sola navata. All’interno spiccano la piccola acquasantiera in marmo bianco ed alcuni bellissimi affreschi, venuti alla luce nel 1989 e restaurati nel 2006. La semplicità della chiesetta e l’essenzialità degli affreschi dimostrano quanto la vita della Comunità di un tempo, fosse sollecitata da sentimenti di profonda religiosità. La popolazione mantenne (fino al dopoguerra) la consuetudine di recarvisi per le rogazioni: processioni penitenziali per impetrare il buon esito delle semine e dei raccolti e saltuariamente per scongiurare calamità naturali, malattie ed epidemie. La frequenza delle processioni si ridusse nel corso del tempo, da una volta al mese all’unica data del giorno di San Pietro (29 giugno).

L’aspetto esterno della chiesetta si presenta semplice, con un piccolo portico dove sono ancora leggibili frasi che testimoniano avvenimenti importanti quali la peste del 1630, la sconfitta di Napoleone, le raccolte sterili di oliva e le stagioni inclementi. Fino alla prima guerra mondiale esisteva un campanile, che fu intenzionalmente abbattuto poiché costituiva un riferimento pericoloso per la vicina postazione del cannone in località Crocette. La chiesetta rappresenta quindi un preziosissimo documento di religione, arte e storia.